La Prima tappa di Via Francigena Toscana

Tappa numero 22 (la prima del percorso toscano)

Dal Passo della Cisa a Pontremoli

L’acqua: una risorsa indispensabile per chi sta percorrendo la Via Francigena.

In questa tappa trovate fontane a: Cavezzana D’Antena (attenzione: la Via Francigena lambisce Cavezzana D’Antena ma non la attraversa. I segnali bianchi e rossi vi condurranno infatti in un punto in cui vedrete il paese di Cavezzana alla vostra destra, mentre il percorso prosegue in direzione opposta, a sinistra. Se avete necessità di rifornirvi di acqua, dovrete quindi allungare il percorso di quelle poche decine di metri che vi separano dall’abitato, dove è presente la fontana)

In successione poi troverete fontanelle a Groppoli, Previdè, Groppodalosio, Casalina, Toplecca e Arzengio.

Nella stagione calda, a Previdè e Groppodalosio c’è anche la possibilità di un bagno tonificante nelle trasparenti acque del fiume Magra. Comunque il luogo più adatto per farlo è quello in aderenza al suggestivo ponte tibetano che consente di attraversare il torrente Civasola, nel tratto di percorso che da Groppoli conduce a Previdè.

Qui trovate, altre dettagliate informazioni, in merito a tutto ciò che in questa tappa può rivelarsi utile o anche semplicemente piacevole (la colazione del pellegrino, la focaccia col prosciutto di Parma, il té in foglia servito con i biscotti artigianali, etc.) per quanti sono in cammino lungo la via Francigena.

Dove dormire lungo questa tappa ve lo indichiamo qua.

Se poi siete interessati a sapere come un traffico d’armi, nella prima metà del ‘500, indusse Giovanni dalle Bande Nere a far sistemare il ponte di Groppodalosio, quello sul quale attraverserete il fiume Magra, potrete leggerlo qui.

Allo stesso modo qui potrete trovare la ragione per la quale “il ponte della Spergiura”, anch’esso sul vostro cammino, porta questo nome. La storia di Bartolomeo e Vienna e… una passione complicata.

Infine qui, Via francigena Pontremoli:prima tappa Francigena in Toscana (francigenatoscana.it , trovate una descrizione del percorso relativo a questa tappa mentre qui, Via Francigena: Pontremoli punto di arrivo di una bella tappa (francigenatoscana.it , è meglio descritto l’intero contesto all’interno del quale la stessa si dispiega.

N.B. in molti ci chiedono: come posso raggiungere il Passo della Cisa? Di seguito la risposta:

Come raggiungere il Passo della Cisa? Prontobus alla stazione di Berceto

Come raggiungere il Passo della Cisa: il modo più flessibile, in virtù dei frequenti collegamenti ferroviari sulla linea Pontremoli- Berceto, è questo: treno fino a Ghiare di Berceto (è la stazione di Berceto ma, in realtà, dista una dozzina di km dal paese). Avendo avuto cura di prenotarlo, (meglio sarebbe farlo il giorno antecedente quello in cui si richiede il servizio) troverete in stazione ad attendervi il Prontobus che, con il normale prezzo del biglietto, vi condurrà al Passo della Cisa o, se lo preferirete, a Berceto. Il servizio ProntoBus lo si prenota tramite telefonata al numero 840.22.22.23